La fanfara dei Bersaglieri del Liceo Archita onora le delegazioni Erasmus Plus al Maria Pia – 4 Ottobre 2016

L’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Principessa Maria Pia” di Taranto, con il coordinamento del Dirigente Scolastico Rita Frunzio, realizza e promuove il Progetto Europeo “Erasmus Plus”, consolidando nella scuola un’esperienza pluriennale di mobilità internazionale.

Partecipano al progetto “Laying European Table 2015-1- TR01-KA219-022162_3”, docenti, dirigenti e studenti europei della Lettonia, Polonia, Portogallo, Turchia e Italia. Qui a Taranto, e nei paesi stranieri, si raccontano e descrivono i piatti tipici della tradizione culinaria popolare, e assaporandoli, si scopre come questa possa essere frutto di un business per le nuove generazioni che si affacciano al mondo del lavoro. Parlare di giovani e lavoro in Italia oggi vuol dire approfondire due dimensioni parallele ma interconnesse: da un lato, i processi di formazione e le politiche di inserimento nel mondo del lavoro, anche in relazione al contesto europeo; dall’altro, le dinamiche di una generazione che incarna un grande paradosso del nostro Paese: quello di rappresentare allo stesso tempo la colonna portante della forza lavoro futura e un segmento della società attualmente svantaggiato nel mercato del lavoro.
Il 4 ottobre 2016 l’IIS “P.ssa Maria Pia” ha ospitato le delegazioni straniere dei 4 Paesi europei coinvolgendo alunni, genitori e docenti che hanno accolto gli attesi ospiti ma, soprattutto, sono state presentate e discusse le molteplici attività didattiche previste dal progetto.
Il compito di onorare le delegezioni ospiti è stato affidato alla Fanfara dei Bersaglieri del liceo Archita, guidati dal Maresciallo Bersagliere prof. Salvatore Mottola.
Con le divise, con le bandiere e con tanta buona musica hanno emozionato tutti i presenti per l’intera mattinata. Anche quest’anno, quindi, nell’agire a 360 gradi, piena conferma sui risultati positivi che le relazioni internazionali possono creare tra giovani studenti, pronti a confrontarsi su abitudini e modi di vivere che si manifestano, sempre, molto similmente in ogni parte del mondo tra docenti interessati a saperne di più sulle buone pratiche e interventi didattici utili a migliorare gli obiettivi formativi di crescita culturale e sociale degli allievi.

prof. Salvatore Mottola